Lo sai che circa il 30-40% di cibo ancora buono, viene buttato? Da uno studio è emerso che ogni italiano getta circa 65 kg di cibo ogni anno. Tutto questo fa male ai nostri cuori per molti ragioni: l’impatto ambientale di quel cibo non consumato, lo spreco generale di esso e anche perché sono soldi buttatiper noi consumatori.

Come possiamo eliminare lo spreco di cibo dalla nostra cucina? Ti lascio alcuni suggerimenti per migliorare questo aspetto.

  • Inserisci nel tuo menù settimanale ricette basate sugli ‘avanzi’ , utilizza per primo ciò che hai in dispensa, in questo modo esaurisci le scorte prima di acquistarne altro.
  • Congela ingredienti o pasti che non consumi subito. Hai acquistato ingredienti fuori dalla tua lista della spesa, e non sai come gestirli? Realizza delle preparazioni veloci, lava e taglia frutta e verdura e conservala in congelatore, ti saranno utili per un’altra volta.
  • Impara a calcolare le grammature che ti servono per le ricette che hai messo nel menù. Prendi l’abitudine di segnarti le grammature corrette per realizzare le tue ricette, segnale su un foglio che tieni sempre a disposizione in cucina . Questo ti permette di acquistare solo quello che realmente poi vai a consumare/ utilizzare per la ricetta.
  • Fai la spesa sfusa. Questa è una realtà che sta crescendo sempre di piu’, e ti permette di acquistare solo quello che ti serve realmente, eliminando anche tutta la parte di imballaggi che ci sono con una spesa tradizionale. Quindi fai una spesa decisamente più ecologica.
  • Costo del cibo. Ognuno di noi deve acquisire una maggiore consapevolezza sul costo reale che ha il cibo, dare valore ad esso.
  • Fai la spesa in modo intelligente, senza farti ammaliare dalle strategie di marketing che trovi tra le corsie del supermercato. Ricordati di stilare sempre una lista della spesa dettagliata, meglio ancora se utilizzi un menù settimanale.
  • Punta sulla stagionalità, acquista prodotti stagionali e se riesci locali, il famoso km0. In questo modo sai cosa acquisti, da chi acquisti e aiuti realtà locali piccoli .
  • Non cadere nella trappola delle offerte, si spesso riempiamo il carrello di prodotti che acquistiamo perché in offerta, ma che poi buttiamo causa scadenza troppo breve.

Cambiare le cose per noi stessi, i nostri figli e lasciare loro un pianeta migliore è possibile, l’unione fa la forza. Inizia con qualche punto a settimana di quelli elencati, per poi arrivare tra qualche settimana ad aver completamente eliminato lo spreco alimentare.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.