Il vino è un composto di umore e luce.

Amo follemente i rossi corposi, e i bianchi fermi. Ho voluto unire questo strepitoso vino Veneto, precisamente Veronese, con uno dei prodotti ortofrutticoli del sud Italia, la mandorla. Mi piace creare questi incontri culinari, far abbracciare e unire in un piatto nord e sud.

La ricetta è molto semplice e facile da realizzare, il risultato sorprendente, ora spetta a te metterti ai fornelli.


INGREDIENTI PER 4 PERSONE :

  • 320 gr di riso vialone nano
  • 1/2 cipolla tritata
  • 100 gr mandorle tritate grossolanamente
  • 1,5 lt brodo vegetale ( cipolla – carota)
  • 1 bottiglia di Valpolicella ( un po’ per il riso, il resto da gustare assieme al risotto )
  • 40 gr burro
  • 50 gr parmigiano grattugiato
  • sale

PROCEDIMENTO:

  • In una pentola fai tostare il riso, bagna con il Valpolicella , fai evaporare, aggiungi un altro mezzo bicchiere di vino , fai evaporare
  • Togli il riso dalla pentola e mettilo per il momento in un piatto
  • Nella pentola dove hai tostato il riso, versa un filo d’olio evo, la cipolla e fai soffriggere leggermente ( in questo modo anche la cipolla , raccoglie il gusto del vino )
  • Aggiungi il riso alla cipolla e inizia la cottura del risotto, aggiungendo un po’ di brodo alla volta
  • Cuoci per circa 15 minuti
  • A metà cottura , aggiungi un bicchiere di Valpolicella e 50 gr di mandorle tritate
  • Quando il risotto è cotto, spegni il fuoco, e manteca con burro e formaggio
  • Aggiusta di sale
  • Servi il risotto con il resto di mandorle tritate sopra

LO SAI CHE IL RISOTTO PUOI REALIZZARLO IN ANTICIPO????

Si lo so ti può sembrare strano, ma è cosi! Tosta il riso, bagna con brodo o vino bianco ( scegli tu ) e fai evaporare, metti il riso in un piatto piano, e allargalo in modo che si raffreddi velocemente.

In questo modo riduci notevolmente i tempi di cottura. Procedi come un normale risotto, aggiungi il condimento e cuoci per circa 10 minuti. Se hai ospiti a cena, ma anche se desideri realizzare un buon risotto durante la settimana, segui questo mio consiglio, non te ne pentirai.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.